Mood Meter

L’anno scorso ho iniziato a sperimentare nella mia classe l’uso del Mood Meter.

http://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2012/03/09/con-le-emozioni-si-studia-meglio-scuola.html
www.therulerapproach.org

                         Mood Meter

Ho dato ai bambini dei post-it a forma di cuore dove hanno scritto il proprio nome e poi lo hanno affisso sul cartellone nel punto che meglio corrispondeva al loro umore e all’energia che sentivano di avere. Anche la maestra ovviamente ha espresso il proprio umore. Così è iniziato e continua ancora oggi l’arrembaggio per esprimere le proprie emozioni! Sì, perché ogni volta c’è la fila per spostare quel cuoricino. E spesso si condivide con gli altri il perché del cambiamento di umore. Tutti ascoltano e si cerca insieme di risolvere il problema o si scambiano i complimenti per la felicità che si prova. Questo semplice gesto, quasi quotidiano, ha contribuito a creare un clima sereno e piacevole.

Poi, quando tornano a casa, continua anche nella classe wiki:

 http://legopensiero.pbworks.com/w/page/68936904/MOOD%20METER

In questa società della velocità, dove il tempo fugge e ci porta via ogni vero rapporto umano, è giunta l’ora di chiederci “cosa proviamo?”, “cosa vogliamo veramente?”. Il nostro essere è emozione, principalmente, e poi ragione: educare alle emozioni per educare i nativi digitali a comprendere meglio se stessi e gli altri.

“Educare la mente senza educare il cuore non è affatto educare” – Aristotele.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...